Play Duett. Atto Terzo alla Sala Assoli

Nella suggestiva cornice della Sala Assoli, il 27 dicembre ha debuttato il tanto atteso “Play Duett (atto terzo)”, un progetto coinvolgente prodotto dalla Casa del Contemporaneo.

L’opera vede la collaborazione straordinaria di Antonio Biasiucci, Lino Musella, Tonino Taiuti e la contribuzione musicale di Marco Vidino. Questo evento, diventato ormai una tradizione nel periodo natalizio, si configura come un’entusiasmante traversata nel ricco patrimonio teatrale napoletano ed europeo, con repliche fino a domenica 7 gennaio.

 

Il titolo stesso, “Play Duett“, suggerisce un’esperienza di gioco e recitazione, ma nel corso dell’opera si scoprirà anche un connubio tra linguaggi, testi, immagini e musica che si contaminano tra loro. Il progetto, concepito come una cavalcata libera in una dimensione spaziale dematerializzata, richiama lo sguardo dissidente di Antonio Neiwiller, fondendo avanguardia e tradizione.

L’essenza di Play Duett si manifesta attraverso la rappresentazione del Corpus centrale dell’Opera, un insieme di segmenti di opere recitate con maestria da Musella e Taiuti. Questi due interpreti, in un apparente dialogo tra loro, danno vita a un Corpus centrale che si configura come una playlist multiforme frammentata.

I pezzi si susseguono senza una reale concatenazione, creando un forte senso di dissonanza, quasi un disturbo emotivo per lo spettatore. “Il cuore del nostro incontro artistico,” spiegano Musella e Taiuti, “è l’idea della memoria che si deposita nel corpo dell’attore, come se l’attore contenesse dei detriti poetici“, Da qui nasce un gioco tra loro che si è rivelato spettacolarizzabile, incorporando frammenti di testi che vanno da Basile a Shakespeare, passando per Viviani, Rosso di San Secondo, Eliot, Petito, Totò, Moscato e altri ancora.

Il terzo atto di Play Duett vede l’importante contributo visivo di Antonio Biasiucci, il quale ha creato un piano installativo interattivo. Le incursioni visive, tratte dall’archivio dell’artista, affrontano temi di origine e catastrofe, offrendo un elemento di coesione all’intera opera.

Le luci e le ombre, magistralmente gestite dalla regia di Biasiucci, svolgono un ruolo più che di ambientazione di co-protagonista, una presenza chiara e netta che accompagna i due attori durante tutto lo spettacolo, una terza voce.

Le opere visive di Biasiucci, presenti fisicamente come pannelli stampati o attraverso il video mapping, si fondono con le performance degli attori, creando un’esperienza visiva coinvolgente.

L’opera culmina con una proiezione di volti che, fondendosi e frammentandosi, richiamano sia l’idea della maschera teatrale dell’attore sia il quadro straniante di un’umanità contemporanea fatta di maschere provvisorie e superficiali, indossate in rapida successione e senza una reale compenetrazione, prive di una identità emotiva.

Play Duett (atto terzo)
Antonio Biasiucci, Lino Musella e Tonino Taiuti
soundscape Marco Vidino
luci Simone Picardi
proiezioni Livia Ficara
supporto tecnico Mauro Varchetta
produzione Casa del Contemporaneo
da 27 Dicembre 2023 20:30
a: 7 Gennaio 2024 18:00

SALA ASSOLI – Vico Lungo Teatro Nuovo 110 Napoli
Biglietto intero 18,00 € – Ridotto: under 30 – over 65 – enti convenzionati 14,00 €
Info: casadelcontemporaneo.it