NAcosa: collezionismo low cost in quattro uscite

Esordisce online il 5 maggio 2018 NAcosa, un progetto di Valentina Guerra e Antonio Conte che propone opere d’arte collezionabili ad un costo accessibile, in edizione limitata, firmate e numerate, realizzate da artisti che abbiano un legame con Napoli.

Il progetto prevede 4 uscite all’ anno, a cadenza trimestrale, una per ciascuno degli artisti che saranno selezionati. Per il Numero 0, NACosa propone proprio i lavori di Conte e Guerra: un libro d’artista e cartoline artistiche del primo (da anni attivo nel mondo della mailart) e un acquerello e delle stampe per l’altra, impegnata a far conoscere a tutti la bellezza dell’acqua.

La tiratura di ogni uscita di NAcosa è stata stabilita in 72 esemplari, ispirandosi alla smorfia, dove il numero indica “la meraviglia”, e cercando quindi una continua e costante sorpresa per gli artisti invitati a partecipare e per tutte le persone che sosteranno il progetto.

NAcosa

Il 5 maggio le immagini dell’uscita 0 di NACosa ed alcuni video saranno pubblicate su facebook  sulla pagina dell’iniziativa (nacosadarte)  e su Instagram (#nacosadarte e #nacosa). I due canali saranno lo strumento principale per poter ordinare ed acquistare le uscite di NAcosa.

Dichiarano gli organizzatori: “Giriamo curiosi per la città scoprendo grandi artisti e preziosi artigiani in piccole botteghe. Siamo a NApoli. Diffondere queste meraviglie partenopee è il nostro obiettivo. NAcosa numero 0, che darà via al tutto, sarà un vero e proprio atto d’amore nei confronti della città“.

Gli ideatori di NAcosa

Valentina Guerra,  classe ’80, è pitttrice autodidatta. Il suo stile figurativo-surreale ha per protagonisti il colore, un tratto delicato e pulito e atmosfere impalpabili. I temi delle sue opere guardano alla forza e alla bellezza del mondo femminile, connesso agli archetipi e alle emozioni più intime. Ma anche al mondo naturale, in particolare agli elementi di acqua e flora, spesso e volentieri visivamente legati alla natura umana. Inoltre si occupa di illustrazioni, laboratori d’arte per bambini e stampa le sue opere su abbigliamento e accessori per il suo marchio Vagu collezioni.

NAcosa

Antonio Conte, di un anno più giovane, è laureato all’Accademia di Belle Arti di Napoil. Il suo interesse è rivolto verso la comunicazione massificata e la “civiltà dell’immagine” che trova espressione in progetti come Facce da Facebook (2009 – 2014), The Truman Show – La vita segreta di due pesciolini napoletani (2012 – 2013), nella sezione speciale della Biennale di Arte Contemporanea di Salerno denominata Artisti in Quarantena (2014),  e la residenza d’artista ai BoCS Art di Cosenza nel 2017. Il suo linguaggio pittorico mostra tangenze con i padri della Pop Art, il segno espressionista e lo spirito Dada, che lo porta spesso a elaborare giochi di parole ed a cercare contaminazioni con altre discipline artistiche, ed a  sperimentare diverse tecniche, come  la scultura e le installazioni.
Ama definirsi “artista popolare” e coinvolgere gli spettatori attraverso il gioco e l’umorismo.