Disconnect: da Mangiafoglia, Linda Kunik analizza con la fotografia la scissione tra apparenza e sostanza

Essere e apparire, sentire e dimostrare, una dicotomia antica e sempre attuale, oggi più che mai nell’era dei rapporti sociali tenuti in piedi nella rete multimediale. Ce lo rammenta, con un lavoro fotopittorico di grande riflessione, l’artista americana Linda Kunik, protagonista con Disconnect di un nuovo step nell’ambito del ciclo di incontri Mangiafoglia in Arte, curati da Paola de Ciuceis negli spazi di Mangiafoglia, via Carducci 32, Napoli. L’inaugurazione è prevista per oggi 24 maggio, alle ore 18.  

Easter Island- Linda Kunik
Easter Island- Linda Kunik

Il percorso espositivo comprende 11 opere fotografiche di vario formato su pannello, con interventi pittorici in cui fa uso della tecnica ad acrilico su carta per acquerello.

La mostra è aperta al pubblico fino al 10 giugno, negli orari di apertura del ristorante.

Havana -Linda Kunik
Havana -Linda Kunik

«Fotografia e pittura insieme per un lavoro che prende spunto dall’osservazione di giardini e paesaggi ambientali per approdare ad un’analisi dello scollamento degli animi umani – spiegano Paola de Ciuceis e Linda Kunik – ovvero della profonda separazione tra quello che le persone sono realmente e quello che mostrano di essere. Fotografare pareti e oggetti naturali da tutto il mondo è stata l’ispirazione per questo lavoro: dalle mura della prigione di San Severino a Cuba alle pareti che sorreggono le gigantesche statue dell’Isola di Pasqua alle mura di una città medievale italiana. Affascinata dalle composizioni astratte che ha visto da vicino, l’artista ne ha fatto lo sfondo per una metafora del personaggio che ciascuno individuo presenta al mondo esterno: il muro che mostra agli altri. Ritagliare parte della fotografia e dipingere quella sezione ha iniziato a rappresentare la disconnessione tra la persona che presentiamo e i sé multipli che siamo sotto. A prima vista, si vede un’immagine completamente perfetta. A un esame più attento, la differenza è evidente. La nostra lotta è trovare i modi per integrarli».

Linda Kunik, è nata a Chicago dove si è formata conseguendo una laurea all’università dell’Illinois e un MS della Chicago DePaul University. Nel 1978 si è trasferita a Beverly Hills, in California, dove attualmente risiede. Dopo un inizio come acquarellista e paesaggista decide di ritornare a scuola e consegue un BFA presso l’Otis College of Art and Design di Los Angeles. Tantissimi gli eventi che l’hanno vista coinvolta artisticamente, soprattutto mostre personali in Nord America, Europa e in Perù. Il suo lavoro è stato esposto in Photo LA (2011 e 2012), Art Basel Miami (2017) ed in gallerie e musei a New York.

Disconnect
Mangiafoglia – via Carducci 32, Napoli
Info e contatti: tel. 081 414631 info@mangiafoglia.it • www.mangiafoglia.it